Perché l’ecografia ha rivoluzionato la diagnosi precoce di artrite?

Perché ha consentito di individuare alterazioni tessutali precocissime ed invisibili alla radiografia convenzionale. Il danno osseo secondario all’infiammazione è causato dalla proliferazione della membrana sinoviale intrisa di cellule ad elevata attività pro-infiammatoria. La cavità articolare diviene quindi il teatro di una vera e propria guerra chimica tra questo tessuto killer e le strutture osteo-cartilaginee.

L’ecografia consente di rilevare accuratamente questi germogli iniziali di proliferazione sinoviale e di seguirne l’evoluzione individuando le espressioni precoci di danno tessutale.

Grazie all’ecografia possiamo documentare la presenza di microerosioni inferiori ad un decimo di millimetro che risulterebbero invisibili con qualsiasi altra metodica strumentale.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo