Il dolore inutile

All’estremo opposto delle situazioni nelle quali il paziente gestisce in totale autonomia il trattamento del dolore ve ne sono altre nelle quali il dolore cronico potrebbe essere adeguatamente trattato se il paziente non temesse gli effetti collaterali della terapia.

La farmacofobia, talora incoercibile rappresenta un ostacolo concreto e molto difficile da superare.

Un’altra variante di dolore “inutile” è quello che si viene a realizzare quando il paziente pur non rifiutando l’assunzione dei farmaci non ne rispetta la posologia autoriducendo le dosi o distanziando gli intervalli di somministrazione.

Questo tipo di comportamento è doppiamente penalizzante in quanto l’autoriduzione posologica non consente di ottenere un accettabile controllo della sintomatologia dolorosa ed espone comunque il paziente al rischio di effetti collaterali.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo