Sport e dolore

Le attività sportive costituiscono una delle più frequenti cause di innesco o di amplificazione di una vasta gamma di sindromi dolorose distrettuali.
La pratica di attività sportive ben programmate in rapporto alle specifiche situazioni cliniche individuali può invece costituire un momento essenziale nella strategia di trattamento di un’ampia gamma di sindromi dolorose.

Studi recenti valorizzano, ad esempio, l’utilità del Tai Chi nei soggetti con fibromialgia.
Il nuoto, a sua volta, resta un caposaldo fondamentale nei percorsi riabilitativi dei soggetti con lombalgie meccaniche, coxartrosi e gonartrosi specie se i soggetti in questione risultino obesi o in sovrappeso.
In questi soggetti, un beneficio aggiuntivo dei movimenti in acqua sarà quello di aumentare il consumo di calorie con conseguente più agevole riduzione del peso corporeo. La parola chiave nel consigliare una attività sportiva non può che essere “personalizzazione”.

Per un paziente con coxartrosi o gonartrosi, la bicicletta potrà risultare molto più adatta che fare lunghe passeggiate. D’altro canto, quello di andare in bicicletta non sarà un saggio consiglio per pazienti affetti da ernia discale o discopatie lombari.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo