Freddo o caldo?

Nella tradizione culturale popolare, i “reumatismi” vengono sistematicamente rapportati all’azione negativa del freddo. Al contrario, sole e caldo vengono considerati come una sorta di panacea per i dolori reumatici. Anche questa, come molte altre regole generali, può essere molto pericolosa se applicata sistematicamente.

Non vi è dubbio che nei pazienti con malattia artrosica, in assenza di manifestazioni di flogosi articolare, calore e sole possono apportare un grande sollievo. Se però alla base del dolore vi è una patologia di tipo infiammatorio, l’aumento della temperatura locale si tradurrà inesorabilmente in una accentuazione delle espressioni della flogosi e, in particolare, del dolore.

Al contrario, l’applicazione di una borsa di ghiaccio, si tradurrà in questi casi in un pronto e netto sollievo del dolore. Questa semplice regola può però risultare di difficile condivisione soprattutto con anziane pazienti nelle quali è talmente radicata la convinzione del “freddo killer” da alimentare forti perplessità alla proposta di applicare una borsa di acqua fredda e non di acqua calda a livello di una articolazione dolente.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo