La terapia come diagnosi

In molti casi non è facile definire in modo chiaro la natura della sintomatologia dolorosa. Una accurata analisi del tipo di risposta ai diversi farmaci antalgici può risultare utile ai fini della diagnosi.

I farmaci più spesso utilizzati nel trattamento del dolore acuto e cronico sono gli antalgici puri (paracetamolo, tramadolo, oppiacei, …), i FANS (ibuprofene, diclofenac, nimesulide, …) ed i cortisonici. I predett farmaci, da soli o in combinazione, vengono utilizzati nel trattamento delle sindromi dolorose di più frequente osservazione nella pratica clinica quotidiana. Il tipo di risposta ai diversi farmaci andrebbe accuratamente valutato anche allo scopo di confermare o meno il sospetto diagnostico. Una rapida e netta risposta al solo paracetamolo tende ad escludere l’ipotesi della natura infiammatoria del dolore.

Al contrario, la rapida e quasi miracolosa scomparsa dei sintomi dopo assunzione di un cortisonico rappresenta uno dei criteri cardine per la diagnosi di polimialgia reumatica. Anche la colchicina, come ricordato in precedenza, deve essere inclusa tra quei farmaci che ci aiutano a fare la diagnosi. La rapida scomparsa del dolore infiammatorio dopo assunzione di colchicina è infatti caratteristica delle artriti da microcristalli (gotta, condrocalcinosi).

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo