Il dolore invisibile

In presenza di segni conclamati di un processo infiammatorio acuto con tumefazione e arrossamento delle articolazioni colpite sarà facile per il medico comprendere la rilevanza della problematica clinica ed agire di conseguenza. Ben diversi sono invece gli scenari nei quali un dolore anche molto intenso non si accompagna ad espressioni visibili di malattia. Il più classico dolore invisibile è quello dei pazienti affetti da fibromialgia in fase di conclamata espressività clinica nei quali uno stato di sofferenza insopportabile si contrappone con la totale essenza di segni obiettivi, che possano essere ricollegati al dolore. Questo dolore “invisibile” viene spesso sottovalutato da chi non conosce la malattia con il conseguente rischio, da parte del paziente, di vedersi negato un approccio adeguato alla soluzione del problema. È preoccupante e triste dover constatare che ancora oggi molti medici contestano e rifiutano l’esistenza della fibromialgia.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo