Influenza e vaccini

Il virus influenzale colpisce in Italia quasi un italiano su dieci. L'influenza, con le complicazioni che provoca, è la terza causa di decesso per malattia infettiva nel nostro paese. La precedono solo AIDS e tubercolosi. Dato che in Italia si registrano annualmente da 5 a 8 milioni di casi e circa 8000 decessi, è necessario sottolineare l'importanza di una corretta profilassi.

Globalmente, la popolazione colpita da influenza ogni anno è il 5-10%, di cui il 20-30% bambini. I fattori di rischio aumentano, ovviamente, in soggetti già malati o di età avanzata.

I dati diffusi da Influnet mostrano che buona parte delle morti collegate direttamente all'influenza riguardano persone al di sopra dei 65 anni.

Proprio un'anziana bolognese è stata la prima vittima del virus per questa stagione. L'antigene del ceppo A/H3, responsabile del decesso, è contenuto nei vaccini antinfluenzali forniti dalle Asl o richiedibili in farmacia dietro presentazione di ricetta medica.

(Fonte: http://www.ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/speciali/2015/10/15/influenza-colpisce-un-italiano-su-10-in-arrivo-vaccini_3c814d31-9296-4c53-8f2c-3658e8f2d7dc.html)