Raccomandazioni salva-cuore

Secondo uno studio condotto da un gruppo di studiosi olandesi dell’Istituto per la Salute pubblica e l’ambiente di Bilthoven dell’Università di Wageningen, pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology, dormire almeno sette ore a notte riduce l’incidenza delle malattie cardiovascolari.

Gli studiosi hanno valutato lo stile di vita e lo stato di salute di più 14 mila individui per un periodo di tempo di 10 anni, giungendo alla conclusione che esercizio fisico, dieta sana, poco alcol e niente fumo aiutano a preservare cuore e arterie nel 57% dei casi e riducono il rischio di morire di ictus o di altre malattie cardiache nel 67% dei casi.

A questi quattro fattori, l’equipe di esperti ha aggiunto il riposo notturno costante pari ad almeno 7 ore di sonno per notte. Tale variabile diminuirebbe ulteriormente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e di morire per malattie cardiache rispettivamente dal 57% al 65% e dal 67% all'83%. I ricercatori affermano dunque che rispettando queste cinque raccomandazioni il 36% delle malattie cardiovascolari e il 57% delle malattie cardiovascolari fatali potrebbero essere prevenute o posticipate.

Fonte: il Sole 24 ore

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo